Mondo

L'Opus Dei inizia il congresso generale straordinario

Circa 300 persone, uomini e donne provenienti da diverse parti del mondo, si stanno incontrando in questi giorni con Fernando Ocáriz, prelato dell'Opus Dei e i suoi vicari per riflettere sugli statuti della prelatura e adattarli al motu proprio "Ad charisma tuendum".

Maria José Atienza-11 aprile 2023-Tempo di lettura: 2 minuti
prelato opus dei messico

Foto: Il Prelato dell'Opus Dei con alcune famiglie durante il suo recente viaggio in Messico ©Opus Dei

Roma ospita il Congresso generale straordinario della Prelatura dell'Opus Dei. Questo congresso è stato convocato dal prelato, Fernando Ocárizcon l'obiettivo di "realizzare quanto il Papa ci ha chiesto di fare in merito all'adeguamento degli Statuti dell'Opera alle indicazioni del motu proprio...".Ad charisma tuendum'". In questa lettera apostolica, pubblicata nel luglio 2022, Papa Francesco ha chiesto di rinnovare alcuni punti del documento che definisce la missione e regola la vita della Prelatura per adeguarlo alla costituzione apostolica. Praedicate Evangelium.

Il 6 ottobre 2022, in una lettera ai fedeli dell'Opus Dei, il prelato ha annunciato il congresso che si sta svolgendo in questi giorni a Roma. Ha anche chiesto ai fedeli suggerimenti specifici su questioni relative agli Statuti per presentare "proposte concrete" in questo congresso straordinario.

Chi partecipa a questo Congresso Generale Straordinario?

274 fedeli dell'Opus Dei si riuniranno a Roma dal 12 al 16 aprile, insieme al vicario ausiliare Fernando Ocáriz, Mariano FazioIl Vicario Generale, Antoni Pujals, e il Segretario Vicario, Jorge Gisbert, di riflettere sugli statuti della Prelatura e di adattarli al motu proprio.Ad charisma tuendum". Ci sono 126 donne e 148 uomini, di cui 90 sono sacerdoti.

I partecipanti al congresso provengono da tutti e cinque i continenti: Africa (6,6%), America (36%), Asia (6,2%), Europa (50%) e Oceania (1,1%).

Il congresso inizierà con la celebrazione di una Messa per affidare al Signore questo lavoro. In seguito, i partecipanti al congresso saranno divisi in gruppi di lavoro per discutere proposte di adattamento di alcuni dei punti che compongono gli statuti dell'Opus Dei.

Le conclusioni del Congresso

Come ha riferito il prelato dell'Opus Dei il 30 marzo, non ci sarà una pubblicazione immediata delle conclusioni del lavoro svolto in questi giorni.

Questo perché il lavoro deve essere sottoposto al Dicastero per il Clero, da cui le prelature personali dipendono dall'estate scorsa.  

Una volta esaminato il lavoro, "la Santa Sede comunicherà le modifiche finali agli statuti approvate dal Papa, che è il legislatore in materia".

L'Opus Dei oggi

Attualmente appartengono alla Prelatura dell'Opus Dei 93.600 persone, di cui 60% sono donne. La maggior parte dei membri dell'Opus Dei appartiene anche totalmente alla propria diocesi e vive in obbedienza naturale al proprio vescovo diocesano.

Molte più persone, cooperatori e amici dei fedeli dell'Opus Dei, partecipano ad attività di formazione cristiana o si sentono identificati con il carisma dell'incontro con Cristo nel lavoro, nella vita familiare e in altre attività ordinarie.

Per saperne di più
In collaborazione con
Volete notizie indipendenti, veritiere e pertinenti?

Caro lettore, Omnes riferisce con rigore e profondità sull'attualità religiosa. Facciamo un lavoro di inchiesta che permette al lettore di acquisire criteri sugli eventi e le storie che accadono in ambito cattolico e nella Chiesa. Abbiamo firme stellari e corrispondenti a Roma che ci aiutano a far emergere l'informazione di fondo dal rumore mediatico, con distanza ideologica e indipendenza.

Abbiamo bisogno di voi per affrontare le nuove sfide di un panorama mediatico in evoluzione e di una realtà che richiede riflessione, abbiamo bisogno del vostro sostegno.

In collaborazione con
Newsletter La Brújula Lasciateci la vostra e-mail e riceverete ogni settimana le ultime notizie curate con un punto di vista cattolico.
Banner pubblicitari
Banner pubblicitari