Mondo

Il Papa ratifica il cardinale Woelki come arcivescovo di Colonia

I risultati della visita all'arcidiocesi di Colonia ordinata dal Papa sono ora noti. Il cardinale arcivescovo di Colonia Rainer Maria Woelki continua a guidare l'arcidiocesi. Anche i vescovi ausiliari Puff e Schwaderlapp resteranno in carica.

José M. García Pelegrín-24 settembre 2021-Tempo di lettura: 2 minuti
woelki germania

Foto: ©2021 Catholic News Service / Conferenza dei vescovi cattolici degli Stati Uniti.

Il cardinale Woelki è stato confermato arcivescovo di Colonia da Papa Francesco. In un comunicato della Santa Sede emesso oggi, venerdì 24 settembre, attraverso la Nunziatura Apostolica in Germania, il Santo Padre fa riferimento al rapporto seguito alla visita dell'arcidiocesi da parte del cardinale Anders Arborelius, vescovo di Stoccolma, e di monsignor Johannes van den Hende, vescovo di Rotterdam: "Per quanto riguarda l'arcivescovo di Colonia, Sua Eminenza il Cardinale Rainer Maria Woelki, non è emersa alcuna prova che egli abbia agito contro la legge nel trattare i casi di abusi sessuali. Le affermazioni secondo le quali il Cardinale avrebbe voluto nascondere qualcosa, in particolare trattenendo inizialmente la pubblicazione di un primo studio, sono state smentite dai fatti già pubblicati e dai documenti che sono stati analizzati dalla Santa Sede. La determinazione dell'Arcivescovo nell'affrontare i crimini di abuso nella Chiesa, nel rivolgersi a coloro che ne sono colpiti e nell'incoraggiare la prevenzione, si manifesta nell'attuazione delle raccomandazioni del secondo studio, che ha già iniziato a realizzare".

Il documento cita anche che il Cardinale "in generale, il modo di affrontare questi eventi, soprattutto a livello di comunicazione", ha commesso degli errori; per questo motivo, in un lungo colloquio tra il Papa e il Cardinale, quest'ultimo ha chiesto un "tempo di riflessione, di rinnovamento e di riconciliazione", che ha portato il Santo Padre ad accogliere il desiderio del Cardinale Woelki di un "tempo di riflessione" da metà ottobre fino all'inizio della Quaresima. Fino ad allora, il vescovo Rolf Steinhäuser sarà responsabile della diocesi.

Per quanto riguarda i vescovi ausiliari di Colonia che avevano messo i loro incarichi a disposizione della Santa Sede, il documento dice che "il Santo Padre ha deciso di non accettare le loro dimissioni": "Sebbene entrambi i vescovi abbiano commesso alcuni errori nel gestire le procedure, non lo hanno fatto con l'intenzione di nascondere gli abusi o ignorare le persone colpite". Mons. Ansgar Puff riprenderà quindi immediatamente il suo incarico di vescovo ausiliare; nel caso di Mons. Dominikus Schwaderlapp, il Santo Padre ha accolto la sua richiesta di lavorare, prima del suo rientro in arcidiocesi, per un anno nel ministero pastorale nell'arcidiocesi di Mombasa (Kenya).

Per saperne di più
In collaborazione con
Volete notizie indipendenti, veritiere e pertinenti?

Caro lettore, Omnes riferisce con rigore e profondità sull'attualità religiosa. Facciamo un lavoro di inchiesta che permette al lettore di acquisire criteri sugli eventi e le storie che accadono in ambito cattolico e nella Chiesa. Abbiamo firme stellari e corrispondenti a Roma che ci aiutano a far emergere l'informazione di fondo dal rumore mediatico, con distanza ideologica e indipendenza.

Abbiamo bisogno di voi per affrontare le nuove sfide di un panorama mediatico in evoluzione e di una realtà che richiede riflessione, abbiamo bisogno del vostro sostegno.

In collaborazione con
Newsletter La Brújula Lasciateci la vostra e-mail e riceverete ogni settimana le ultime notizie curate con un punto di vista cattolico.