America

Porto Rico avrà un Seminario Maggiore Interdiocesano

La Congregazione per il Clero ha approvato un decreto per l'erezione del Seminario Maggiore Interdiocesano Santa María de la Divina Providencia, in risposta alla richiesta avanzata da alcuni vescovi della Conferenza Episcopale di Porto Rico. 

Alejandro Zubieta-3 aprile 2020-Tempo di lettura: 5 minuti
Santa Maria della Divina Provvidenza con il bambino.

Firmato dal cardinale Beniamino Stella, prefetto della Congregazione, e dall'arcivescovo Jorge Patrón Wong, segretario per i seminari, il decreto elogia l'accordo tra i vescovi secondo cui "hanno unito le forze per offrire ai futuri sacerdoti una formazione in linea con la sana dottrina della Chiesa cattolica".

Il documento della Congregazione per il Clero sottolinea che il seminario servirà per "promuovere la formazione umana, spirituale, intellettuale e pastorale richiesta dall'attuale realtà culturale e in armonia con le Ratio fundamentalis institutionis sacerdotalis".

L'annuncio è stato dato poco più di un mese fa dall'arcivescovo di Ponce e presidente della Conferenza episcopale portoricana, mons. "grande gioia". cosa significa per i vescovi la realizzazione di questo progetto. "È un desiderio che abbiamo custodito nel nostro cuore per molti anni e, dopo un lungo processo di riflessione, consultazione e preghiera, inizieremo il 15 agosto 2020..

L'arcivescovo di Ponce ha sottolineato che il nuovo seminario "sarà il luogo in cui verranno formati i futuri pastori". e ha invitato tutti i fedeli cattolici a mantenere la preghiera affinché Maria Santissima, Madre della Divina Provvidenza, Patrona di Porto Rico, li aiuti nelle loro preghiere per la salvezza della nazione, e a pregare per la salvezza del popolo di Porto Rico. "favore di sante e abbondanti vocazioni".

Il decreto approva la richiesta avanzata dallo stesso Vescovo Rubén González Medina, dall'Arcivescovo Roberto González Nieves di San Juan, dal Vescovo Álvaro Corrada del Río di Mayagüez e dal Vescovo Eusebio Ramos Morales di Caguas e Amministratore Apostolico della Diocesi di Fajardo-Humacao. 

La sede e l'organizzazione dei futuri sacerdoti a Porto Rico ha una lunga storia di dialogo dovuta alle circostanze e agli interessi particolari delle diverse diocesi. Senza dubbio, si tratta di un progetto che è stato desiderato fin dall'erezione della prima diocesi. Il recente decreto della Santa Sede è il risultato dell'esperienza maturata lungo il cammino e di una maturità nella comunione che fa ben sperare per un grande seminario.

Dal 18° secolo

Il contesto storico ricorda che l'idea di un seminario a San Juan Bautista, il nome originale di Porto Rico, venne dal vescovo Pedro de la Concepción nel secondo decennio del XVIII secolo. Il suo desiderio fu più che ratificato e nel 1768 la Corona spagnola pretese che tutte le diocesi avessero un seminario. Così, sotto il governo del primo vescovo portoricano, don Juan Alejo de Arizmendi, iniziarono i preparativi per la fondazione del primo seminario. 

Il sostegno e la generosità della popolazione di San Juan permisero a don Pedro Gutiérrez de Cos, successore di Arizmendi, di completare e fondare nel 1832 il Seminario conciliare di San Ildefonso, che fu costruito al piano terra nella parte vecchia di San Juan, accanto alla casa dell'arcivescovo. 

In questo seminario non studiavano solo i futuri sacerdoti, ma anche gli studenti che aspiravano a una migliore formazione. Oltre che dall'isola, gli studenti provenivano da Santo Domingo (oggi Repubblica Dominicana), dal Venezuela e dalla Spagna (soprattutto dalle città di Malaga e Barcellona). 

A San Ildefonso si formarono grandi uomini, come il cardinale Luis Aponte Martínez, il primo cardinale portoricano, e grandi eroi e padri della patria come Román Baldorioty de Castro ed Eugenio María de Hostos. L'influenza educativa di questa casa di studi fu così grande che nei primi decenni il seminario fu il principale centro di insegnamento del Paese. Nel corso della sua lunga esistenza, il Seminario Conciliarista ha subito importanti cambiamenti nelle sue finalità e nella sua reggenza. La sua storia può essere riassunta dai tre nomi con cui era conosciuto: Colegio-Seminario, Seminario e Seminario Conciliar.

Dal 1900 in poi, il seminario attraversò cambiamenti di governo - uno di questi fu l'associazione politica di Porto Rico agli Stati Uniti nel 1898 - e gravi difficoltà economiche che aumentarono nel tempo e che, non potendo essere risolte, portarono alla sua definitiva chiusura. Nel 1915, il vescovo William Jones la riattiva nuovamente sotto la direzione dei Padri Vincenziani. Un nuovo vescovo, James Davis, decise di spostare il seminario nella città di Aibonito, gestita dai gesuiti. A metà degli anni Trenta fu chiuso definitivamente.

Nuove diocesi e ricominciamento

L'aumento della popolazione e la nascita di nuove città e paesi ha portato la Chiesa di Porto Rico alla creazione e alla divisione di nuove parrocchie e diocesi in tutta l'isola. Dall'arcidiocesi di San Juan è stata creata la diocesi di Ponce (1924) e da queste due altre nuove diocesi: Arecibo (1960), Caguas (1964), Mayagüez (1976) e Fajardo-Umacao (2008).

Per riavviare un nuovo seminario, si è cercata una soluzione al passo con i tempi. Così, nel 1948, fu fondata l'Università Cattolica nella città di Ponce, su iniziativa del vescovo James Davis, vescovo dell'arcidiocesi di San Juan Bautista, e del vescovo E. McManus della diocesi di Ponce. McManus della diocesi di Ponce. All'inizio era affiliata alla Catholic University of America di Washington. Al termine del primo anno di fondazione, l'Università ha ottenuto l'accreditamento da parte del Puerto Rico Council on Higher Education. L'Università è stata canonicamente eretta dalla Santa Sede il 15 agosto 1972 e il 25 gennaio 1991 le è stato conferito il titolo di Pontificia.  

Negli anni Sessanta, il vescovo di Ponce, mons. Fremiot Torres Oliver, decise di approfittare della recente Università Cattolica per fondare un seminario diocesano all'interno dell'ateneo: il Regina Cleri. L'edificio della Facoltà di Medicina è stato utilizzato come sede. 

Altre iniziative

Verificando l'esperienza di formazione sacerdotale del Regina CleriAlcuni vescovi hanno proposto una nuova sede a San Juan in collaborazione con la diocesi di Ponce. Fu così fondato il Seminario Maggiore Interdiocesano di Porto Rico, con due campus: la facoltà di filosofia a San Juan e la facoltà di teologia a Ponce. Fernando Felices a San Juan e Mons. Jesús Diez Antoñanzas a Ponce. Così, oltre a Ponce e Mayagüez, il nuovo seminario aveva studenti provenienti da San Juan, Cagüas e Arecibo. Questa esperienza è proseguita dal 1993 al 1996. Nonostante la giovane età di questo seminario interdiocesano, la sua esistenza ha contribuito a creare legami di fraternità tra i sacerdoti di quella generazione, legami che durano ancora oggi.

Nel 1996, l'arcidiocesi di San Juan ha fondato il Seminario Maggiore Regionale di San Juan Bautista. Un immobile di proprietà della Curia in via José de Diego fu adibito a sede e i seminaristi dell'arcidiocesi di San Juan, della diocesi di Caguas e, per un breve periodo, quelli della diocesi di Arecibo furono incorporati nel Seminario Maggiore. Ad oggi, i suoi seminaristi studiano teologia presso la Pontificia Università Cattolica nella città di Ponce. Nel 2012, la diocesi di Arecibo ha cercato un'altra soluzione e ha deciso di fondare un seminario a Pamplona.  

Dopo questo lungo percorso, Porto Rico è ora pieno di speranza per questa nuova iniziativa, tanto desiderata dalla Sacra Congregazione per il Clero. Preghiamo affinché Dio benedica abbondantemente il nuovo Seminario Interdiocesano Santa Maria della Divina Provvidenza con abbondanti vocazioni sacerdotali, di cui l'Isola ha tanto bisogno.

L'autoreAlejandro Zubieta

Porto Rico

Per saperne di più
In collaborazione con
Volete notizie indipendenti, veritiere e pertinenti?

Caro lettore, Omnes riferisce con rigore e profondità sull'attualità religiosa. Facciamo un lavoro di inchiesta che permette al lettore di acquisire criteri sugli eventi e le storie che accadono in ambito cattolico e nella Chiesa. Abbiamo firme stellari e corrispondenti a Roma che ci aiutano a far emergere l'informazione di fondo dal rumore mediatico, con distanza ideologica e indipendenza.

Abbiamo bisogno di voi per affrontare le nuove sfide di un panorama mediatico in evoluzione e di una realtà che richiede riflessione, abbiamo bisogno del vostro sostegno.

In collaborazione con
Per saperne di più su Omnes
Newsletter La Brújula Lasciateci la vostra e-mail e riceverete ogni settimana le ultime notizie curate con un punto di vista cattolico.