Vaticano

Papa Francesco sull'esame di coscienza

Oggi, mercoledì 30 novembre, Papa Francesco ha tenuto la sua consueta udienza. Da agosto, il Santo Padre si rivolge ai fedeli sul discernimento.

Paloma López Campos-30 novembre 2022-Tempo di lettura: 2 minuti
Audizione del 30 novembre

Papa Francesco saluta i fedeli prima dell'udienza generale (Foto: CNS Photo / Paul Haring)

Nonostante il freddo, Papa Francesco è tornato oggi ai piedi delle Basilica di San Pietro per riflettere sulla lettera di San Paolo ai Filippesi. Ha iniziato la catechesi ponendo una domanda: "Qual è il significato della lettera?Come riconoscere il comfort autentico?" 

Nel "Esercizi spirituali da Sant'Ignazio di LoyolaIl Papa sottolinea che possiamo trovare alcune chiavi per poter analizzare questa consolazione, essenziale per il discernimento. Una di queste chiavi si trova nell'analisi dei nostri pensieri. Seguendo Sant'Ignazio, Francesco ha indicato che dobbiamo notare il discorso dei nostri pensieri, l'inizio, i mezzi e la fine, cercando di scoprire se sono diretti verso il bene o se, al contrario, tolgono la pace e la tranquillità.

Non possiamo usare le buone inclinazioni, come il desiderio di preghiera, per sottrarci alle nostre responsabilità; questo non è un pensiero che nasce dal bene, dice il Papa. "Il preghiera non è una fuga dai propri compiti, al contrario, è un aiuto per realizzare il bene che siamo chiamati a fare, qui e ora"..

"È necessario seguire la strada dei buoni sentimenti, della consolazione."In questo modo, evitiamo le tentazioni del diavolo, "che esiste".Francisco afferma con forza. "Lo stile del demone è presentarsi in modo subdolo, mascherato, come parte di ciò che è più vicino al nostro cuore e poi ci attira a sé, a poco a poco. Il male si insinua, senza che la persona se ne renda conto"..

Il Santo Padre incoraggia "esame paziente e indispensabile della verità e dell'origine dei propri pensieri".. Il Papa insiste su questa analisi dei cuori e afferma che "Più conosciamo noi stessi, più ci rendiamo conto di dove entra lo spirito maligno.".

Francesco ha parlato dell'esame di coscienza individuale che tutti i cristiani dovrebbero fare la sera, per vedere "... qual è il significato della parola 'coscienza'?cosa è successo nel cuore". Dice il Papa, "Rendersi conto di ciò che sta accadendo è importante, è un segno che la grazia di Dio è all'opera in noi, aiutandoci a crescere nella libertà e nella coscienza.

La riflessione del Papa si è conclusa invitandoci, ancora una volta, ad andare avanti nella comprensione di noi stessi, esaminando le nostre coscienze e sapendo che Il discernimento, infatti, non si concentra semplicemente sul bene o sul massimo bene possibile, ma su ciò che è giusto per me qui e ora"..

In collaborazione con
Volete notizie indipendenti, veritiere e pertinenti?

Caro lettore, Omnes riferisce con rigore e profondità sull'attualità religiosa. Facciamo un lavoro di inchiesta che permette al lettore di acquisire criteri sugli eventi e le storie che accadono in ambito cattolico e nella Chiesa. Abbiamo firme stellari e corrispondenti a Roma che ci aiutano a far emergere l'informazione di fondo dal rumore mediatico, con distanza ideologica e indipendenza.

Abbiamo bisogno di voi per affrontare le nuove sfide di un panorama mediatico in evoluzione e di una realtà che richiede riflessione, abbiamo bisogno del vostro sostegno.

In collaborazione con
Newsletter La Brújula Lasciateci la vostra e-mail e riceverete ogni settimana le ultime notizie curate con un punto di vista cattolico.