Spagna

Un terzo dei monasteri del mondo si trova in Spagna

Omnes-17 giugno 2016-Tempo di lettura: 2 minuti

Il 22 maggio si è svolta l'annuale giornata di preghiera per le vocazioni alla vita consacrata contemplativa. In Spagna ci sono 9.153 monache e monaci.  

Henry Carlier

Domenica 22 maggio, solennità della Santissima Trinità, il Giornata pro orantibusIn questo giorno, tutta la Chiesa prega il Signore per le vocazioni alla vita consacrata contemplativa.

In linea con l'Anno Santo di Papa Francesco, il motto di quest'anno era "Ecco il volto della misericordia", e i suoi obiettivi: pregare per i consacrati e le consacrate nella vita contemplativa, come espressione di riconoscimento, stima e gratitudine per ciò che rappresentano; far conoscere questa specifica vocazione, così attuale e necessaria per la Chiesa; promuovere iniziative per incoraggiare la vita di preghiera e la dimensione contemplativa nelle Chiese particolari attraverso la partecipazione dei fedeli a una celebrazione monastica.

819 monasteri
In occasione della Giornata pro orantibusIl Segretariato della Commissione episcopale per la vita consacrata ha pubblicato alcuni dati rivelatori sull'ampia rappresentanza della vita contemplativa in Spagna, al punto che nel nostro Paese sono presenti diverse comunità contemplative, tra cui "un terzo del numero totale di monasteri nel mondo".

Il Segretariato osserva inoltre che "la presenza più numerosa è la vita contemplativa femminile, con un totale di 784 monasteri femminili e 8.672 monache". (questi dati si riferiscono a dicembre 2015). Le Clarisse e le Carmelitane Scalze sono le congregazioni con il maggior numero di monache contemplative in Spagna e nella Chiesa nel suo complesso.

Ci riferiamo qui a monasteri autonomi, con un legame diretto con il vescovo della diocesi in cui si trovano.

I monasteri maschili sono governati da un insieme di regole simili a quelle della vita religiosa, che si riflettono anche nella specifica missione apostolica che svolgono.

Nel dicembre 2015 la Spagna contava 35 monasteri maschili e un totale di 481 monaci. I monasteri con il maggior numero di monaci sono quelli benedettini e cistercensi.

In questo Giornata pro orantibus  Si prega anche per gli eremiti e le eremite, che vivono la loro spiritualità contemplativa in modo ancora più solitario. Ci sono alcuni che vivono questa vita eremitica nascosti agli occhi degli uomini, risiedendo in luoghi remoti in varie diocesi spagnole.

Per diocesi
Toledo è la diocesi con il maggior numero di monasteri femminili, con 39, seguita da Siviglia, con 37; Madrid, con 32; Valladolid, con 27; Burgos, con 26; Valencia, con 25; Pamplona e Tudela, Granada e Cordova, con 22; e Malaga con 19.

Da parte sua, Burgos è la diocesi con il maggior numero di monasteri maschili: 4, seguiti da Madrid con 3 e dalle Isole Canarie, Orihuela-Alicante e Pamplona e Tudela con 2.

In occasione della giornata, Mons. Vicente Jiménez Zamora, Arcivescovo di Saragozza e presidente della Commissione Episcopale per la Vita Consacrata, ha sottolineato che "All'interno della Chiesa, la vita consacrata, e in modo particolare la vita consacrata contemplativa, è chiamata a essere una trasparenza vivente del Volto misericordioso di Cristo".

In collaborazione con
Volete notizie indipendenti, veritiere e pertinenti?

Caro lettore, Omnes riferisce con rigore e profondità sull'attualità religiosa. Facciamo un lavoro di inchiesta che permette al lettore di acquisire criteri sugli eventi e le storie che accadono in ambito cattolico e nella Chiesa. Abbiamo firme stellari e corrispondenti a Roma che ci aiutano a far emergere l'informazione di fondo dal rumore mediatico, con distanza ideologica e indipendenza.

Abbiamo bisogno di voi per affrontare le nuove sfide di un panorama mediatico in evoluzione e di una realtà che richiede riflessione, abbiamo bisogno del vostro sostegno.

In collaborazione con
Per saperne di più su Omnes
Newsletter La Brújula Lasciateci la vostra e-mail e riceverete ogni settimana le ultime notizie curate con un punto di vista cattolico.