Iniziative

Una pastorale giovanile per il 21° secolo

Ogni generazione rende presente il messaggio di Gesù Cristo nel proprio tempo, nella propria lingua e nella propria cultura. La pastorale giovanile non è ignara di questi cambiamenti e deve presentare la bellezza del cristianesimo in modo appropriato. Un'esperienza come Vita da adolescente possono dare indicazioni sulle modalità di catechesi:  partecipativo e con un linguaggio contemporaneo, senza tagli alla dottrina e con una profonda pratica sacramentale.

Pablo Alfonso Fernández-11 aprile 2017-Tempo di lettura: 4 minuti
Grande gruppo di giovani in posa per una foto.

Il prossimo Sinodo dei vescovi, previsto per il 2018, si concentrerà sui giovani e sul discernimento vocazionale. Il documento preparatorio è già stato reso pubblico all'inizio di quest'anno. Questo testo aiuta a dare un approccio appropriato alla pastorale giovanile oggi e, come in altre occasioni, include un questionario alla fine, le cui risposte serviranno come base per il documento di lavoro per il Sinodo. Il tono è ottimista e speranzoso, e la sua lettura incoraggia la Chiesa a percepire la voce del Signore attraverso i giovani che, anche oggi, sanno distinguere i segni del nostro tempo. Come si legge nell'introduzione di questo Documento, ascoltando le aspirazioni dei giovani si possono intravedere il mondo di domani e le strade che la Chiesa è chiamata a percorrere.

Molti operatori pastorali lavorano con i giovani e a volte la loro dedizione non porta i frutti sperati. Questa situazione porta a un certo scoraggiamento e si può avere l'impressione che il messaggio di Cristo sia un po' superato, che non si colleghi agli interessi e alle aspirazioni dei giovani di oggi. Sorge allora la tentazione di ridurre le esigenze del Vangelo o di mostrare una figura di cristianesimo un po' più diffusa, che non richieda un impegno vitale così spesso percepito come costoso. Sappiamo che questa non è la soluzione. In effetti, il cristianesimo à la cartePerdendo la sua autenticità, sfuma anche il fascino di un ideale, di qualcosa per cui vale la pena lottare. E i giovani di oggi, come quelli di altre epoche, sono quelli che cercano di migliorare il mondo. Apprezzano l'autenticità. Non si accontentano dei sostituti. Sono capaci di compromessi se il messaggio di Cristo viene mostrato in tutta la sua forza e attrattiva.

Un gruppo di giovani che funziona

Ci sono molte iniziative volte a integrare maggiormente i giovani nei progetti di vita cristiana. Uno di questi è il metodo di Vita da adolescenteche ha avuto inizio nel 1985 in una parrocchia dell'Arizona, negli Stati Uniti, e oggi è presente in quasi 2.000 parrocchie in più di 30 Paesi. È stata avviata da Randy Raus, con l'obiettivo di avvicinare i giovani a Cristo dopo un processo di conversione personale. 

Questo padre di famiglia è oggi il presidente e uno dei fondatori del progetto evangelistico di Vita da adolescenteÈ un presentatore professionale ed entusiasta in tutto il mondo. Quando cominciò a sentire questa inquietudine apostolica, incontrò Madre Teresa e le chiese: "Madre Teresa, cosa devo fare? Vita da adolescente? -Portarli all'Eucaristia. - È tutto, si chiese, ma ci deve essere dell'altro. Madre Teresa rispose: "Non preoccupatevi dei numeri, aiutate solo una persona alla volta e cominciate con quella che vi è più vicina.

Le parrocchie in cui si sta attuando il metodo della catechesi sono Vita da adolescente I gruppi sono composti da giovani che condividono la loro fede in modo leggero e gioioso, vivendo allo stesso tempo una proposta profonda di incontro con Cristo nell'Eucaristia e una formazione settimanale sulla dottrina della Chiesa cattolica. I pilastri della loro formazione si trovano quindi nella Messa, nelle sessioni di catechesi dinamica e nella comunità in cui vivono con altri giovani.

La notte della vita: nuova esperienza per gli adolescenti

Nella catechesi di Vita da adolescente il protagonismo è affidato ai giovani stessi. Piuttosto che la trasmissione di una dottrina, le sessioni sono organizzate con l'obiettivo di condividere spazi e imparare attraverso l'incontro. Ci sono due tipi di sessioni a seconda dell'età dei partecipanti: i più giovani si uniscono al gruppo, i più giovani al gruppo e i più anziani al gruppo. Bordoe a partire dall'età di 15 o 16 anni vengono raggruppati nei cosiddetti Vita da adolescente

La sua dinamica comprende quattro momenti successivi, che in inglese sono denominati come segue Raccogliere, Proclamare, Pausa, y Inviare. Nel primo momento (l'incontro), i partecipanti vengono accolti in un contesto festoso, come uno spuntino o un gioco, che permette loro di conoscersi e di fare conoscenza. Segue la catechesi, che spiega alcuni aspetti dottrinali o questioni attuali che riguardano direttamente i giovani. In seguito, l'argomento spiegato viene condiviso in piccoli gruppi, dove viene incoraggiata la partecipazione di tutti. Infine, si incontrano di nuovo, questa volta per un momento di preghiera.

Le parrocchie che utilizzano questo metodo ricevono materiale specifico per le sessioni di catechesi tre volte l'anno. Si tratta di risorse pensate per raggiungere la cultura dei giovani, abituati a ricevere molti appelli attraverso i media audiovisivi. Inoltre, sono incluse guide liturgiche con suggerimenti per la predicazione e la musica per gli incontri di adorazione eucaristica. Questo è un elemento importante negli incontri, soprattutto la musica di lode, che attraverso un ritmo vibrante e melodie orecchiabili spinge a sentire la presenza di Dio e muove il cuore a un dialogo personale con Dio.

Pensare in grande

L'ultimo incontro europeo di Vita da adolescente si è tenuto a Barcellona nel mese di marzo. Quasi 200 persone hanno partecipato, condividendo esperienze e cercando modi per rendere più efficace e profonda l'evangelizzazione tra i giovani. Jordi Massegú, responsabile di questo metodo in Spagna, spiega che è importante accompagnare gli adolescenti dove si trovano, e in particolare nelle reti sociali che utilizzano e in cui sono presenti, come ad esempio Instagram y Snapchat

Allo stesso tempo, suggerisce che gli operatori giovanili dovrebbero saper mostrare le loro attività in modo più attraente, ad esempio curando la professionalità nell'organizzazione e nella diffusione, con la produzione di poster dal design più visivo e diretto. Esistono strumenti specifici per l'elaborazione di questi materiali, come ad esempio Worswag o Canva. Naturalmente, l'uso di reti o l'aspetto esteriore dei materiali non sostituisce il contatto diretto con l'amicizia e l'accompagnamento sincero che i giovani apprezzano e contribuiscono a generare con il loro entusiasmo e la loro iniziativa.

In un'udienza del 2014 alla Commissione per l'America Latina, Papa Francesco pensava ai giovani evidenziando tre aspetti dell'incontro di Gesù con il giovane ricco: accoglienza, dialogo e invito. Questo passaggio può aiutarci come icona dell'accompagnamento dei giovani e, come spiega il Papa, aiutarli a capire che "Cristo non è un personaggio di un romanzo, ma una persona viva, che vuole condividere il loro inalienabile desiderio di vita, di impegno, di donazione. Se ci accontentiamo di dare loro un mero conforto umano, li deludiamo. È importante offrire loro il meglio che abbiamo: Gesù Cristo, il suo Vangelo, e con esso un nuovo orizzonte, che li porti ad affrontare la vita con coerenza, onestà e un alto livello di visione"..

L'autorePablo Alfonso Fernández

Per saperne di più
In collaborazione con
Volete notizie indipendenti, veritiere e pertinenti?

Caro lettore, Omnes riferisce con rigore e profondità sull'attualità religiosa. Facciamo un lavoro di inchiesta che permette al lettore di acquisire criteri sugli eventi e le storie che accadono in ambito cattolico e nella Chiesa. Abbiamo firme stellari e corrispondenti a Roma che ci aiutano a far emergere l'informazione di fondo dal rumore mediatico, con distanza ideologica e indipendenza.

Abbiamo bisogno di voi per affrontare le nuove sfide di un panorama mediatico in evoluzione e di una realtà che richiede riflessione, abbiamo bisogno del vostro sostegno.

In collaborazione con
Per saperne di più su Omnes
Newsletter La Brújula Lasciateci la vostra e-mail e riceverete ogni settimana le ultime notizie curate con un punto di vista cattolico.