Famiglia

Il partner ideale

José María Contreras-7 aprile 2022-Tempo di lettura: 3 minuti
partner ideale

Traduzione dell'articolo in italiano

Ascoltate il podcast "La coppia ideale".

. Vai al download

Fin da quando eravamo piccoli, nelle storie della nostra infanzia, ci hanno raccontato di coppie che si amano molto e senza sforzo, dove tutto è meraviglioso e non ci sono problemi nella loro vita.

In seguito, il cinema romantico ci ha insegnato la stessa cosa.

Oggi ci viene anche detto che là fuori, da qualche parte, c'è qualcuno con cui potrei vivere in modo felice e contento. Con cui l'amore sarebbe stato senza sforzo.

Questo, che è tremendamente attraente, è assolutamente falso. Bisogna essere consapevoli che, anche se si conoscessero tutti gli uomini e le donne del mondo, la convivenza sarebbe difficile, richiederebbe uno sforzo.

Una coppia è composta da due persone imperfette, quindi il risultato sarà una relazione con delle imperfezioni. Non c'è bisogno di farsi prendere dal panico, in tutti i matrimoni ci sono cose che vanno bene e cose che non vanno bene. È normale.

Saper tacere e parlare al momento giusto non è facile. Dominare l'arroganza, l'orgoglio, evitare il costante desiderio di essere al di sopra - questa è una delle droghe che causa più sofferenza -, voler dominare l'altra persona, non lasciarle spazio, chiederle di fare le cose come le faccio io, controllare quello che fa, quello che dice, il suo cellulare, la sua posta, sono atteggiamenti frequenti che mostrano immaturità nella persona e nell'amore.

Poiché la relazione di coppia è una relazione tra pari, se non si controlla il proprio orgoglio, si cercherà sempre di guadagnare terreno sull'altro. Voler avere ragione. Essere al comando.

Pertanto, la persona che abbiamo sposato ha dei difetti e non può non averli perché ha il peccato originale. Tutti abbiamo dei difetti.

Il successo di una relazione è determinato dallo sforzo, dalla lotta contro se stessi che l'uomo e la donna vogliono fare per migliorarsi personalmente.

Questo significa che dobbiamo avere una costante predisposizione a voler migliorare come persone, a essere coerenti con le nostre convinzioni e a non avere paura che la nostra relazione non sia perfetta.

Una persona che sa amare veramente è una persona che si sforza di conoscere se stessa, che non ha paura della verità personale.

La paura della verità personale è suicida e fa ristagnare la capacità di amare.

Oggi c'è una grande paura di amare, di impegnarsi, perché sentiamo veramente che ogni amore comporta, in misura maggiore o minore, una certa dose di sacrificio.

Chi non vuole soffrire dovrebbe passare tutta la vita libero dall'amore, dice la canzone popolare. E così è.

Questo è il motivo per cui molte persone nella nostra società attraversano la vita senza sapere cosa sia l'amore, con una tristezza e un'inquietudine di fondo che compensano, di tanto in tanto, con un po' di sesso. È così che ci si illude di essere amati, non si può vivere sempre nella tristezza!!!

Molti vanno con il cuore in mano, offrendolo a qualcuno per compensare il loro vuoto, spesso prodotto dalla paura che hanno o hanno avuto di amare veramente, cercando un partner ideale che non esiste, perché il nostro partner ideale è quello che abbiamo sposato.

Per realizzarlo, dobbiamo metterlo in cima alle nostre priorità di vita e perdere la paura dello sforzo e del sacrificio che l'amore richiede. Il resto è non saper amare.

La comodità non va d'accordo con l'amore.

Nella misura in cui non ci si inganna, ci si dice la verità e si affronta se stessi, ci si renderà conto che questo sforzo è meno costoso di quanto ci dica l'immaginazione.

Allora abbiamo trovato il partner ideale, perché abbiamo iniziato ad amare davvero. Tutto il resto è solo un tocco morbido, se non è sostenuto da un amore forte e deciso.

È così facile e così difficile.

Per saperne di più
In collaborazione con
Volete notizie indipendenti, veritiere e pertinenti?

Caro lettore, Omnes riferisce con rigore e profondità sull'attualità religiosa. Facciamo un lavoro di inchiesta che permette al lettore di acquisire criteri sugli eventi e le storie che accadono in ambito cattolico e nella Chiesa. Abbiamo firme stellari e corrispondenti a Roma che ci aiutano a far emergere l'informazione di fondo dal rumore mediatico, con distanza ideologica e indipendenza.

Abbiamo bisogno di voi per affrontare le nuove sfide di un panorama mediatico in evoluzione e di una realtà che richiede riflessione, abbiamo bisogno del vostro sostegno.

In collaborazione con
Per saperne di più su Omnes
Newsletter La Brújula Lasciateci la vostra e-mail e riceverete ogni settimana le ultime notizie curate con un punto di vista cattolico.