Realismo, virtù cristiana

1 giugno 2016-Tempo di lettura: < 1 minuti

È stato ripetutamente dimostrato che non è facile classificare Papa Francesco. Una recente intervista lo dimostra in relazione alla migrazione, al terrorismo islamico e all'obiezione di coscienza.

C'è chi fa fatica a "incastrare" il Papa nelle categorie che - purtroppo - dalla politica vengono applicate alla Chiesa, come "progressista" e "conservatore". Qualche giorno fa ha rilasciato un'interessante intervista al quotidiano francese La Croix. Ha parlato di diversi argomenti, ma due risposte dimostrano come un cattolico che è cattolico non possa essere "etichettato" con categorie politiche.

L'autoreOmnes

In collaborazione con
Volete notizie indipendenti, veritiere e pertinenti?

Caro lettore, Omnes riferisce con rigore e profondità sull'attualità religiosa. Facciamo un lavoro di inchiesta che permette al lettore di acquisire criteri sugli eventi e le storie che accadono in ambito cattolico e nella Chiesa. Abbiamo firme stellari e corrispondenti a Roma che ci aiutano a far emergere l'informazione di fondo dal rumore mediatico, con distanza ideologica e indipendenza.

Abbiamo bisogno di voi per affrontare le nuove sfide di un panorama mediatico in evoluzione e di una realtà che richiede riflessione, abbiamo bisogno del vostro sostegno.

In collaborazione con
Per saperne di più su Omnes
Newsletter La Brújula Lasciateci la vostra e-mail e riceverete ogni settimana le ultime notizie curate con un punto di vista cattolico.