Caro Equis

9 de Maggio de 2018-Tempo di lettura: 2 minuti

L'autore riflette sulla posizione di alcune persone nel mondo digitale. Su come questi utenti siano "bloccati" in un unico modo di pensare e non vogliano riflettere su altri modi di vedere il mondo.

Álvaro Sánchez León - Giornalista
@asanleo

Caro amico, non si va oltre le copertine dei libri:

Mi fa piacere sentirti di tanto in tanto, anche se torni con il pallino della tua sordità carico. Come stai? Sei ancora così a tuo agio nel passato tra nostalgie e desideri che stravolgono i tuoi gesti in grigio? Osate scoprire la bellezza del nostro tempo, camminare per le stesse strade di tutti gli altri, guarire da quell'allergia alla realtà e da quella paura di futuri che non sono come dicono i vostri manuali scolastici.

Mi ricordo spesso di lei quando leggo i commenti sulla stampa digitale. Ti immagino mascherato dietro uno pseudonimo a versare benzina.

Sai, c'è un mondo così eccitante al di fuori dei tuoi schemi che mi dispiace che tu te lo stia perdendo. Dopotutto, siamo amici e preferirei non avere amici amareggiati dall'impossibilità di salvare il pianeta da tutti i mali contro cui combatte il vostro armadietto dei medicinali. Tu sai dove sto andando e io so da dove vieni.

A volte mi chiedo se le tappe precedenti della sua biografia fossero così costrittive o se non le avesse capite bene. Ne parleremo davanti a un drink, se non le dispiace mettere un gin tonic tra i nostri modi di pensare.

Vede ancora ogni novità come una provocazione? Ha ancora questa ossessione di leggere solo persone che la pensano come lei? Forse il vostro mondo è più Matrix di quanto pensiate quando guardate fuori dalla finestra tra le tende del vostro pessimismo maturo e demoralizzante.

Ho sentito l'ironia con cui comunica con il mondo. Ha pensato di scrivere un libro di auto-aiuto per tirarci tutti fuori dalla fossa di questo ottimismo adolescenziale che lei giudica una frivola filosofia di evasione?

Quante persone avete mandato al muro oggi? Continuate a governare la nave con il telecomando della vostra fragile responsabilità?

Non ti biasimo. Ti capisco. È per questo che vi scrivo.

Ci vediamo quando vuoi. Un grande abbraccio e buona primavera, amica mia.

L'autoreOmnes

Per saperne di più
In collaborazione con
Volete notizie indipendenti, veritiere e pertinenti?

Caro lettore, Omnes riferisce con rigore e profondità sull'attualità religiosa. Facciamo un lavoro di inchiesta che permette al lettore di acquisire criteri sugli eventi e le storie che accadono in ambito cattolico e nella Chiesa. Abbiamo firme stellari e corrispondenti a Roma che ci aiutano a far emergere l'informazione di fondo dal rumore mediatico, con distanza ideologica e indipendenza.

Abbiamo bisogno di voi per affrontare le nuove sfide di un panorama mediatico in evoluzione e di una realtà che richiede riflessione, abbiamo bisogno del vostro sostegno.

In collaborazione con
Per saperne di più su Omnes
Newsletter La Brújula Lasciateci la vostra e-mail e riceverete ogni settimana le ultime notizie curate con un punto di vista cattolico.